Dimmi che cappello indossi e ti dirò chi sei | Tell me about your hat...


IT - La testa come sede dell’anima assume fin dalla preistoria potenti qualità magiche. Per questo motivo, il gesto di coprire il capo esprime innanzi tutto il bisogno di proteggerlo ma anche di evidenziarlo, metterlo in rilievo quasi a richiamare l’attenzione del divino.
Il cappello come “segno”, nella storia e nella contemporaneità, rappresenta il simbolo dell’eleganza più altera e della più sfrenata fantasia: nostalgico, poetico ma anche versatile, ironico e trasgressivo. 

Nel gioco dello stile ogni oggetto può diventare un copricapo: un foulard, un origami, una forma geometrica, intrecci di paglia o pesanti velluti.  Accessorio  emblematico, simbolo di potere adottato dalle gerarchie religiose, sfoggiato delle star e dai gangstars sul grande schermo e fedele compagno per ogni stagione. Audace e secolare,  un masterpiece che si rinnova sempre. 
Dall’antico copricapo di Nefertiti alla folle personalità del cappellaio matto, passando per l’iconica maison Borsalino fino alle celebri opere di artisti come Stephen Jones: oggi il cappello assume nuove forme che abbracciano anche il mondo dello sportswear e dello streetstyle. Per reinventarsi basta un cappello.
Un  cult, un accessorio misterioso che più di ogni altro esprime e afferma personalità. Dalla serietà alla giocosità. Non c’è intenzione che non sia in grado di rivelare. 
Il cappello ci parla con l’anima!



EN - Tell me about your hat and I will tell you who you are!

The head, as the cradle of our soul, has assumed powerful magical properties since prehistoric times. This is the reason why when we cover our heads we express a necessity to protect it but also to highlight it, in order to capture the divine's attention.

The hat intended as a "sign", both in ancient and contemporary times, has represented the most refined elegance and the most unbridled imagination: nostalgic, poetic but also versatile, ironic and transgressive.

In the game of style, every object could became a hat: a scarf, an origami sculpture, abstract shapes, some braided straw or heavy velvet fabrics. We are talking about an emblematic subject: a symbol of power, also adopted by religious hierarchies, a scenic accessory for movie stars and gangsters, and also a loyal "friend" for all seasons. Bold, centennial, and ubiquitous: a real masterpiece that always renew.

From Nefertiti's headpiece to the crazyness ot the Mad Hatter, form iconic maison Borsalino to the famous works of artists like Stephen Jones, today millinery also meets sportswear and streetstyle. A hat to reinvent ourselves.

A cult,  a mysterious accessory that expresses and affirms personality more than everything else. From playfulness to seriousness: a hat is able to reveal every attitude.

The hat can speak to the soul!








Post a Comment